3 abitudini psicologiche dei tennisti professionisti

Il primo allenatore di tennis psicopatico al mondo, Scott Groves, condivide le sue osservazioni uniche dal Royal Pines Women’s Event 2005 dello zio Toby e 3 delle migliori abitudini fisiologiche che i professionisti hanno che puoi sviluppare.

Questi suggerimenti separano i pro vincenti dai primi perdenti. Il bello di ognuno è che chiunque può imparare e applicare questi stessi elementi al proprio gioco.

1. Intensità. Il professionista vincente si allena e si allena con un’intensità maggiore rispetto ai perdenti. I vincitori si impegnano in un’intensità sia fisica che mentale che costruisce il loro corpo e la resistenza mentale per le loro prossime partite. I futuri ragazzi possono imparare i volumi da questa pratica. L’intensità fisica è una cosa, ma il tuo muscolo di concentrazione deve crescere con essa.

2. Potenza del respiro. Quante volte senti un giocatore di club espirare quando colpisce una palla? È spesso raro. Eppure questa semplice abitudine ha molti meravigliosi benefici. Il primo è che forti respiri profondi forniscono l’ossigeno tanto necessario ai muscoli e al cervello durante i punti lunghi. La respirazione cortocircuita anche la risposta di soffocamento in cui i giocatori sono suscettibili di perdere palle facili da mettere via alla fine dei punti. Ogni volta che assisti a un giocatore che sbaglia costantemente la 4a o la 5a palla in uno scambio, spesso trattiene il respiro. Combattono per riprendere fiato e il loro meccanismo di sopravvivenza prende il sopravvento. Il punto si conclude improvvisamente con quello che sembrava un insolito afflusso di sangue. Finiscono inconsciamente i punti per respirare di nuovo. È come tenere la testa sott’acqua mentre combatti per riprendere fiato. La scarica di adrenalina che crea è fin troppo comune nel tennis comune.

Controlla te stesso la prossima volta che perdi un tiro al volo facile e potresti scoprire che l’origine del tuo errore non è tecnica. Ti stai soffocando per mancanza di respiro.

3. Traiettoria. Il tennis ha sempre meno tiri folli. I giorni del gioco in stile Aranxta Sanchez-Vicario sono finiti. Ragazze russe come Petrova e Safina schiaccerebbero loro una palla fatta passare sopra la rete. Chiunque può migliorare la propria profondità e consistenza sviluppando un arco o una traiettoria coerente sui propri colpi da fondo campo. Una volta che lo hai, puoi quindi colpire con maggiore ritmo e sicurezza. La certezza è una cosa meravigliosa in un gioco pieno di incertezze.

La ragazza della Gold Coast Sam Stosur e il suo allenatore Craig Morris (il mio vecchio compagno di doppio) dovrebbero essere congratulati per la settimana che Sam ha trascorso al Royal Pines. L’enfasi di Craig sulla traiettoria, l’intensità della pratica e la velocità di rotazione ha permesso a Sam di salire nella classifica dei migliori giocatori. Tutti possiamo prendere una foglia dal loro libro e imparare da questi elementi necessari. Incorporali nel tuo gioco e guardalo salire di un altro livello.

Leave a Comment

Your email address will not be published.