Avviare un’attività di cura del prato durante una recessione

In un momento in cui i posti di lavoro scarseggiano, avviare un’attività di cura del prato può sembrare un’alternativa a coloro che sono stati licenziati o che non riescono a trovare lavoro con un compenso ragionevole.

Questo articolo offrirà consigli a coloro che stanno pensando di avviare un’attività di cura del prato durante un rallentamento economico e discuterà l’affermazione che la cura del prato è un settore a prova di recessione.

Dire che il settore della cura del prato è a prova di recessione è in parte vero perché le famiglie che utilizzano i servizi dei professionisti della cura del prato di solito hanno un reddito disponibile superiore alla media e quindi non sono colpite così duramente durante i periodi economici difficili.

Tuttavia, il mercato della “classe media” costituisce ancora una componente considerevole del mercato generale dei servizi di cura del prato ed è noto che la classe media ha ridotto considerevolmente la spesa durante le recessioni.

È vero che i prati devono ancora essere falciati, non importa quanto sia grave l’economia. Tuttavia, è ancora comune vedere alcune famiglie ridurre le spese non essenziali come la cura del prato e possibilmente prendersi cura di se stesse o far falciare i prati da parte di appaltatori di cura del prato meno frequentemente. Il mercato della cura del prato è però così grande che anche durante i periodi di crisi economica c’è ancora una solida base di clienti che non si sognerebbero mai di falciare i propri prati.

Per coloro che hanno difficoltà a trovare lavoro durante una recessione, un’attività di cura del prato è un ottimo modo per guadagnare un reddito per tirare avanti. Se avvii la tua attività durante o verso la fine di una recessione, sarai in una buona posizione per espanderti quando l’economia inizierà a riprendersi.

I potenziali uomini d’affari sono riluttanti a investire denaro in una nuova impresa durante una recessione e potrebbero avere difficoltà a raccogliere capitali. Tuttavia, nel settore della cura del prato i costi di avvio per una piccola operazione sono bassi. Un’attività di cura del prato rappresenta quindi un’opportunità con meno rischi finanziari rispetto ad altre piccole imprese.

Prova a valutare le condizioni economiche all’interno dell’area che intendi rivolgere ai tuoi clienti rispetto a quella nazionale. Alcune aree avvertono una recessione più dura di altre. È un dato di fatto che le famiglie in alcuni quartieri più ricchi non apporteranno alcun cambiamento alle loro abitudini di spesa durante una recessione e questi sono i tipi di aree a cui vuoi rivolgerti.

L’ultima crisi economica non ha visto alcun sollievo nei prezzi del petrolio e chiunque voglia entrare nel settore della cura del prato dovrebbe avere un piano in atto per essere il più efficiente possibile con il consumo di carburante (sia per le attrezzature che per i requisiti dei veicoli).

Finora, durante l’attuale crisi del 2008, la cura del prato è stata sorprendentemente resistente alla riduzione della spesa complessiva dei consumatori. Se procedi con attenzione e cautela e non investi troppo, un’attività di cura del prato è una delle poche attività che puoi considerare di avviare durante una recessione economica o una recessione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.