Cerchietti hippie: una tendenza alla moda hippie

Gli anni ’60 diedero origine a una sottocultura hippie che originariamente era un movimento giovanile negli Stati Uniti. Non solo si è diffuso in altri paesi, ma ha avuto una rinascita negli ultimi anni per grandi e piccini. Spettacoli come That 70s Show sono senza dubbio parzialmente responsabili, ma l’industria della moda ne ha preso atto e stiamo assistendo fasce hippiee la moda ovunque in questi giorni.

Sia gli uomini che le donne nel movimento hippie indossavano jeans e mantenevano i capelli lunghi, indossavano sandali o andavano a piedi nudi. Gli uomini spesso si facevano crescere la barba e le donne si rifiutavano di truccarsi e reggiseni. Indossavano abiti dai colori vivaci in stili insoliti che includevano jeans a zampa d’elefante, gilet, abiti tinti in cravatta, dashiki, gonne e camicette contadine e quei famosi cerchietti hippie che adottarono dai nativi americani. Inoltre hanno adottato stili dalle culture asiatiche, indiane, africane e latinoamericane.

Gli hippy erano noti per indossare abiti fatti a mano perché le loro convinzioni includevano la sfida alla cultura aziendale. Per questo non solo hanno imparato a fare i vestiti; le compravano nei mercatini delle pulci e nei negozi dell’usato.

Molti potrebbero non sapere che la scena hippie in realtà è nata dalla scena beatnik degli anni ’50. Le ideologie erano originariamente le stesse così come i valori.

Le mode e i valori hippie hanno cambiato completamente la nostra cultura, influenzando la musica, la televisione, la letteratura e le arti, nonché la morale e le credenze religiose. Come puoi immaginare, tonnellate di vestiti hippie, ideali e altri aspetti della cultura hippie sono diventati parte della nostra cultura mainstream oggi. Dai movimenti ecclesiastici alla diversità culturale, i concetti sono stati accettati sempre più negli ultimi decenni.

I festival di musica hippie sono solo uno dei tanti modi celebrativi in ​​cui abbracciamo gli effetti della cultura hippie nei tempi moderni.

In questi festival i simboli e l’iconografia hippie sono ovunque, incluso il segno della pace che può essere visto su abiti della pace, abiti tie dye, gioielli hippie, altre forme di moda hippie e persino tatuaggi con segni di pace occasionali.

È noto che le ragazze indossano gonne gitane, che sono gonne contadine, o gonne a manico di scopa, spesso tinte in cravatta e abiti hippie di moda simile. Gli arazzi hippie sono spesso drappeggiati o tagliati e cuciti anche in dashiki o abiti.

In particolare c’erano una miriade di disegni di fasce hippie. Queste fasce bohémien erano spesso intrecciate con pelle o tessuto di qualsiasi tipo. Le fasce chic degli anni ’80 erano un ritorno al passato, ma le fasce degli anni ’60 non erano tipicamente elastiche come quelle degli anni ’80. La tendenza della moda prevedeva l’uso di bandane o di un semplice cordoncino legato intorno al capo in vari stili. Questi accessori per cerchietti boho non dovevano corrispondere a un vestito in particolare, e quindi spesso avevano un significato personale o venivano indossati come una dichiarazione o per commemorare qualcosa in molti casi.

La vista della fascia hippie negli anni ’60 era un segno sicuro che un hippie era in tua presenza. Questo spesso portava alla derisione di coloro che resistevano alla morale del movimento hippie. I loro vestiti hippie e i copricapi erano quindi visti come i costumi di giovani sciocchi. Ora le persone vogliono sapere dove possono trovare un negozio hippie!

Le band hippie ai festival indossano abiti e cerchietti spesso resi più moderni con un qualche tipo di nuovo stile di moda. I piercing popolari aggiungono una nuova svolta al look hippie, così come i dreadlocks spesso sfoggiati dai neo-hippy in questi giorni.

La moda cambia, ma fasce hippiemoda, vestiti e musica sono qui per restare!

Leave a Comment

Your email address will not be published.