Giarrettiere a maniche – La storia e il futuro di un accessorio di moda maschile classico

Giocatori d’azzardo e giocatori d’azzardo, pistoleri e cavalieri erranti, musicisti jazz itineranti e punk rocker, persino impiegati d’ufficio hanno contribuito a dare forma alla lunga e colorata storia delle giarrettiere: uno degli accessori più eleganti e sottovalutati nella storia della moda maschile. Sebbene spesso considerati oggi come nuovi anacronismi di un’epoca passata, le giarrettiere hanno significato molto per gli uomini che le hanno indossate nel corso dei secoli: dalla pratica necessità al più alto simbolo di onore e lealtà, la giarrettiera potrebbe non essere così diffusa oggi come nei secoli passati, ma sembra più bello che mai.

Giarrettiere nel Medioevo e Camelot

La giarrettiera con maniche ha fatto apparizioni sporadiche nella moda sin dal Medioevo, durante un periodo in cui le giarrettiere per le gambe erano un accessorio comune sia per gli uomini che per le donne – nell’era prima dell’elastico, entrambi i sessi usavano le giarrettiere per le gambe per tenere su le calze. Queste giarrettiere erano spesso fantasiose, altamente decorative e indossate per essere visualizzate, una tendenza che dominò l’abbigliamento maschile per tutto il XVIII secolo.

L’ultra-esclusivo Most Noble Order of the Garter della Gran Bretagna, infatti, era un prodotto di questo periodo, essendo stato istituito da re Edoardo III verso la metà del XIV secolo come una confraternita di cavalieri cavallereschi legati dal simbolo della giarrettiera . L’organizzazione, ancora esistente oggi, è limitata a reali e sovrani stranieri ed è considerata una delle società più elitarie del mondo.

Il motivo per cui Edoardo III scelse di usare la giarrettiera come simbolo della sua confraternita è avvolto nella leggenda ed è stato oggetto di molte polemiche e dibattiti. Alcuni fanno risalire l’ispirazione di Edoardo alle Crociate, dove si diceva che i cavalieri avessero legato delle giarrettiere intorno alle gambe come talismani che avrebbero assicurato loro la vittoria. Altri affermano che la fonte può essere fatta risalire alle cinghie di cuoio che i cavalieri dell’epoca indossavano attorno alle braccia per legare i pezzi della loro armatura. L’ispirazione della giarrettiera è stata anche attribuita nientemeno che al leggendario Camelot, dove molti membri della Tavola Rotonda di Re Artù, in particolare Sir Gawain, indossavano giarrettiere in segno di solidarietà, lealtà, purezza e fratellanza.

Entro la fine dell’Inghilterra elisabettiana, le giarrettiere a braccio e maniche erano in gran parte svanite dalla moda, ma erano destinate a fare un grande ritorno nel corso del 19° secolo. Con la rivoluzione industriale arrivò l’introduzione dei tessuti prodotti in serie, rendendo l’abbigliamento come pantaloni e camicie di base più abbordabili per la persona media. Ma l’abbigliamento prodotto in serie, che non poteva essere pre-adattato a chi lo indossa, tendeva a venire solo in taglie standard mentre la maggior parte delle camicie da uomo erano prodotte con maniche di una sola lunghezza, extra lunghe. Le giarrettiere erano un modo comodo e, per chi non poteva permettersi il proprio sarto, necessario per regolare la lunghezza delle maniche mantenendo il materiale in eccesso arrotolato sopra il gomito vicino alla spalla.

Giarrettiere a maniche nel 19° secolo e il selvaggio West

Sebbene le tecniche di produzione siano migliorate nel tempo, portando alla varietà di taglie di camicie disponibili oggi ed eliminando la necessità di reggicalze per le braccia, c’erano numerose altre considerazioni pratiche che hanno contribuito a mantenere la giarrettiera sulle maniche popolare tra alcune cerchie. Tra tipografi, impiegati d’ufficio e altri professionisti che lavoravano vicino all’inchiostro (in un’epoca in cui la maggior parte dei documenti veniva ancora prodotta a mano), le giarrettiere erano un modo per mantenere le maniche pulite e prive di sbavature.

Non meno pratiche erano le considerazioni per i giocatori di carte nel Vecchio West e altrove, che comunemente indossavano giarrettiere perché rendeva difficile nascondere le carte nelle maniche. Un giocatore di carte che indossava reggicalze sulla manica stava essenzialmente annunciando che era sia onesto che abbastanza bravo da non aver bisogno di imbrogliare. Le giarrettiere sono spesso indossate dai commercianti di carte nei casinò anche oggi per questi motivi, sebbene attualmente siano considerate più come una parte decorativa di un’uniforme tradizionale che come una salvaguardia contro gli imbrogli.

C’è anche l’idea, resa popolare da rappresentazioni in televisione e film, che i pistoleri del Vecchio West indossassero reggicalze per mantenere le mani libere in caso di sparatoria. Tuttavia, la famigerata imprecisione di pistole e pistole del periodo, aggiunta al fatto che la frontiera americana era tipicamente molto meno violenta della sua rappresentazione nella cultura pop, rende improbabile questa logica. Tuttavia, non c’è dubbio che la giarrettiera della manica sia ora, come allora, considerata un accessorio accattivante per qualsiasi pistolero ben vestito di quell’epoca.

C’è anche la convinzione che tenere le mani libere abbia reso le giarrettiere per il braccio popolari tra i chitarristi e i primi musicisti jazz. Sebbene sia probabile che questa opinione abbia una certa validità, le giarrettiere sulle maniche erano anche popolari tra i cantanti e altri artisti non strumentali dell’epoca, fornendo una forte evidenza all’idea che le giarrettiere sul braccio fossero tanto alla moda quanto pratiche.

Moda retrò e il ritorno della giarrettiera manica

La fine del Vecchio West, unita ai progressi tecnologici e agli enormi cambiamenti della moda nel corso del 20° secolo, ha trasformato le giarrettiere in una reliquia del passato, che ora è poco più che parte di un costume limitato a poche professioni altamente nostalgiche. Ci sono, tuttavia, prove che le giarrettiere del braccio potrebbero fare qualcosa di secondo ritorno.

L’estetica nota come steampunk, che combina e fonde l’energia della musica punk, i progressi della tecnologia moderna e l’aspetto e lo stile della moda vittoriana, ha recentemente iniziato a influenzare la letteratura di fantasia, l’arte, la musica, i film e soprattutto l’abbigliamento. I fan di questo stile nuovo e spesso stravagante sono noti per incorporare accessori datati come le giarrettiere sulle maniche nei loro vestiti: Internet abbonda abbastanza di guide e istruzioni che mostrano ai fan come cucire le proprie giarrettiere sulle maniche.

Resta da vedere se le mode come lo steampunk riporteranno la giarrettiera a un posto di primo piano nella moda maschile, ma il movimento è la prova che l’aspetto particolare di questo accessorio davvero vecchio stile è ancora popolare per alcuni ed è tutt’altro che finito. Che si tratti di fratellanza cavalleresca, necessità pratica o moda retrò, sembra che la giarrettiera delle maniche sarà ancora vista sulle braccia degli uomini almeno per un po’ più a lungo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.