Industria della moda alimentata da carbone di bambù

Il bambù è indicato come “il diamante nero” in Giappone e nel sud-est asiatico, l’uso della fibra di carbone di bambù è una tendenza emergente nell’industria della moda poiché i produttori cercano di combinare la moda con la funzione.

Green Earth News ha precedentemente scritto dei numerosi vantaggi del carbone di bambù, quindi non deve sorprendere che quegli aspetti positivi si estendano al tessuto di bambù. Il carbone viene creato riscaldando il bambù a temperature di 800 gradi e quindi il carbone stesso viene lavorato e mescolato con i tessuti come parte del crescente campo della nanotecnologia.

La nanotecnologia è definita come la “comprensione, manipolazione e controllo della materia per quanto sopra menzionato, quindi le proprietà fisiche, chimiche e biologiche dei materiali (atomi individuali, molecole e materia sfusa) potrebbero essere ingegnerizzate, sintetizzate o alterate per sviluppare la prossima generazione di materiali, dispositivi, strutture e sistemi migliorati.” Pertanto, le caratteristiche tessili come morbidezza, durata, resistenza all’acqua e traspirabilità possono essere migliorate con l’uso della nanotecnologia.

Le numerose caratteristiche positive del tessuto di carbone di bambù includono:

Più facile su pelli sensibili – Il tessuto inibisce il metabolismo batterico provocando meno reazioni allergiche cutanee rispetto ad altre fibre sterilizzate con agenti antimicrobici.

Riduce l’accumulo di elettricità statica – Questo è davvero un materiale conduttivo, quindi mantiene una carica bilanciata nel tessuto per ridurre l’accumulo di elettricità statica.

Lavaggio e durata superiori – Le fibre di carbone di bambù si asciugano rapidamente e poiché le nanoparticelle di carbone sono incorporate nel tessuto anziché semplicemente rivestite sulla superficie, il tessuto può essere lavato numerose volte senza effetti negativi sulle qualità del carbone.

Regolazione dell’umidità – Il filato di carbone di bambù ha una sezione trasversale riempita con vari micro-lacune e micro-fori, quindi rispetto ai tessuti convenzionali, è migliore nell’assorbimento dell’umidità e nella ventilazione. Il tessuto mantiene chi lo indossa asciutto e comodo nelle giornate calde.

Mentre la tecnologia dei tessuti di bambù è ancora relativamente nuova, guadagnando slancio in Asia solo a partire dalla metà degli anni ’90, i suoi usi si stanno diffondendo sempre più, dall’abbigliamento alla moquette alla biancheria da letto. Mentre cercano tessuti più rispettosi dell’ambiente che offrono la stessa sensazione e durata dei tessuti sintetici, il carbone di bambù è spesso un concorrente sorprendente ma forte.

Un altro ottimo contendente derivante dalla risorsa più rinnovabile del mondo – il bambù – è la viscosa dal tessuto di bambù, che offre un’ampia selezione di tendenze della moda dall’abbigliamento in bambù ai copriletti, dalle coperte per bambini ai lussuosi asciugamani da bagno.

Leave a Comment

Your email address will not be published.