La storia della comunicazione d’impresa

La storia della comunicazione d’impresa è, ovviamente, strettamente legata alla storia della comunicazione stessa ea quella delle operazioni d’impresa. Quando i due si fondono, diventano una parte vitale di un commercio di successo.

La comunicazione è il processo in cui un concetto è condiviso tra due esseri viventi. Può verificarsi come gesto, suono o visivamente sotto forma di immagini o stampa. Alcune delle prime forme di comunicazione visiva si sono presentate sotto forma di pittogrammi. Le persone trasmettevano storie, storie o istruzioni attraverso una serie di illustrazioni solitamente disegnate sulle pareti delle grotte. La seconda fase della comunicazione scritta è apparsa come alfabeti grezzi usati per creare una lingua scritta. In questo periodo si verificava anche la mobilità della comunicazione, con la scrittura trovata su argilla, cera e corteccia d’albero. Il salto successivo fu quello della tipografia nel XV secolo. Poi è arrivato il tremendo progresso tecnologico che utilizza onde aeree e segnali elettronici: radio e telefono.

In ogni fase dello sviluppo della comunicazione, anche le pratiche commerciali. L’avvento di alfabeti comuni e di una lingua scritta significava che gli artigiani potevano ordinare materie prime da fonti prima irraggiungibili. I consumatori che vivono fuori città possono ordinare prodotti dai commercianti in città senza dover fare il viaggio. Le fatture potrebbero essere scritte e pagate e gli ordini di acquisto inviati. Si potrebbe anche supporre che le pratiche commerciali internazionali siano iniziate in questo periodo. Dal momento che l’esplorazione era in corso e le nuove meravigliose cose come spezie e tessuti venivano riportate a casa, forse ora la comunicazione aziendale scritta ha permesso ai venditori di offrire ai loro clienti di fascia alta le ultime scoperte.

La tipografia portava con sé libri, giornali e cataloghi con annunci di attività commerciali locali. Le aziende ora avevano un modo completamente nuovo per attirare potenziali nuovi clienti. Potrebbero essere pubblicizzati gli ultimi progressi nei prodotti, nonché le vendite e i nuovi servizi offerti. I cataloghi venivano generalmente stampati solo da aziende che potevano permettersi una spesa così grande, ma per molte famiglie che vivevano nelle zone rurali era l’unico mezzo per fare acquisti.

La comunicazione stampata ha servito bene sia i consumatori che gli imprenditori, ma quando la radio è entrata in uso alla fine del 19° secolo ha rivoluzionato ancora una volta la comunicazione aziendale. Ora i prodotti ei servizi di ogni azienda potrebbero essere commercializzati sulla base della comunicazione di massa. Una volta che una famiglia aveva una radio, le trasmissioni potevano arrivare molto più lontano di qualsiasi giornale o catalogo. Ed è stato istantaneo. Non appena il messaggio è stato pronunciato in onda, la voce si è diffusa. Quando venivano pubblicati annunci stampati, a volte potevano essere necessarie settimane o mesi per una risposta. Molti imprenditori che hanno visto il potenziale nella radio hanno avuto un enorme successo. La loro quota di mercato è cresciuta e con essa i loro profitti.

Una volta decollata la radio, telefono e televisione non erano da meno. Naturalmente, all’inizio il telefono non veniva utilizzato per la pubblicità negli affari, ma più come uno strumento pratico. I produttori potrebbero comunicare con i rappresentanti delle materie prime, gli imprenditori potrebbero comunicare con i consumatori e gli investitori potrebbero comunicare con i loro beneficiari. Non è stato fino all’ultima parte del 20° secolo che il telefono è stato utilizzato per fare pubblicità per un’attività, attraverso il telemarketing e il fax. Fin dall’inizio, la televisione è stata utilizzata per scopi di marketing. Le emittenti mediatiche reclutano imprenditori locali per sponsorizzare il loro spettacolo, in cambio di pochi minuti di trasmissione per pubblicizzare i loro prodotti. Lo scambio ha funzionato bene.

Quando la tecnologia ha portato alla luce il computer e Internet, la comunicazione aziendale è cambiata radicalmente ancora una volta. In effetti il ​​cambiamento fu probabilmente importante quanto quando fu inventata la macchina da stampa. Non solo il marketing poteva diffondersi più che mai, ma la velocità con cui poteva verificarsi era rivoluzionaria. Le operazioni commerciali potrebbero ora diventare molto più efficienti, aumentando ulteriormente i profitti. I consumatori avevano più voce in capitolo su ciò che volevano e su come volevano riceverlo. In molti modi, l’intermediario è stato eliminato dall’equazione. Non c’era più bisogno di venditori ambulanti. I clienti potrebbero essere raggiunti in un modo molto più conveniente attraverso l’uso di computer e Internet.

Le nostre pratiche commerciali sono diventate così dipendenti da queste forme di media che è difficile immaginare la vita senza di loro. Ma ora che la tecnologia si è evoluta finora, i clienti sono alla ricerca di aziende che si sforzano di comunicare con i propri clienti in modi più personali. I consumatori vogliono un servizio personalizzato in modo conveniente, quindi ora la comunicazione aziendale deve evolversi ancora una volta.

Leave a Comment

Your email address will not be published.