Yoga per un grande tennis

Sei su un campo da tennis e tutto sembra a posto: il tuo rovescio è più forte che mai e il tuo servizio è impeccabile. Punto dopo punto, stai vincendo la partita. Ispirato, torni sullo stesso campo il giorno successivo e purtroppo ti trovi di fronte a uno scenario diverso: niente funziona, ogni palla esce e più punti perdi, più diventi irritabile. Purtroppo, questo scenario è troppo familiare alla maggior parte dei tennisti. Se non sei un professionista, è probabile che sperimenterai un certo grado di instabilità nel tuo gioco di tennis.

Le pratiche yogiche possono aiutare enormemente a rendere il tuo gioco di tennis più stabile e più forte.

Meditare solo dieci minuti al giorno può migliorare notevolmente la tua concentrazione durante una partita stressante e dristi (sguardo a una sola punta) impedirebbe al tuo istruttore di tennis di urlare: “Guarda la palla!” Per la diciassettesima volta durante una mezz’ora di pratica. Il pranayama (pratiche di respirazione) aumenta la capacità polmonare, così non rimani senza fiato mentre il tuo compagno di tennis è impegnato a portarti da un angolo all’altro del campo. La pratica regolare delle asana ti renderebbe più flessibile, aumentando così la tua portata sul campo. I saluti al sole rendono la colonna vertebrale più elastica, quindi se usati come allungamento pre-partita possono ridurre notevolmente il rischio di lesioni.

Mentre la maggior parte delle posizioni yoga può essere utilizzata come aiuto per un miglioramento del gioco del tennis, alcune pose sono comunque migliori di altre, poiché prendono di mira lesioni e aree problematiche specifiche del tennis. Queste pose possono essere eseguite sia dentro che fuori dal campo e, naturalmente, se desideri vedere un rapido miglioramento, dovresti provare ad esercitarti regolarmente.

Prima di iniziare la pratica dello yoga, prenditi un momento per centrare la respirazione. Inspira ed espira profondamente e completamente attraverso il naso (respiro ujjayi). Cerca di ricordare di tornare a questo tipo di respirazione tra i punti difficili durante la tua prossima partita. Noterai l’effetto calmante e centrante di ujjayi quando sei stressato per un tie-break o per aver perso una partita.

Inspira e alza le braccia in posa di preghiera verso il cielo. Espira e piegati in avanti, appoggiando i palmi delle mani sul pavimento, con la punta delle dita in linea con le dita dei piedi. Quindi, raddrizza le gambe, se puoi. Inspira e guarda in alto. La spina dorsale è dritta. Espira e salta o torna indietro nel chaturanga, piegando i gomiti all’indietro. Guarda davanti a te, non in basso. I gomiti devono essere molto vicini al corpo, non lasciare che il tuo coccige sporga in aria. Mantieni ampio lo spazio tra le scapole. Mantieni la posa per cinque respiri. Questa posa rafforza le braccia e i polsi, quindi non dovresti mai più usare una di queste fastidiose macchine da polso, perché praticare il chaturanga dovrebbe alla fine darti un controllo migliore della racchetta.

Inspira e muoviti in avanti, sollevando il cane rivolto verso l’alto.

Le tue cosce dovrebbero essere a pochi centimetri dal pavimento. Guarda la punta del naso. Assicurati che le pieghe interne del gomito siano rivolte in avanti, aprendo così le spalle. Trattieni per cinque respiri.

Up-dog è ottimo per il trattamento e la prevenzione del gomito del tennista. Poiché la posa apre le spalle, c’è meno pressione sull’articolazione del gomito. La posa rafforza anche la colonna vertebrale, le braccia e i polsi. Può migliorare il tuo servizio.

Espira e fatti strada in un cane rivolto verso il basso, spingendo indietro, raddrizzando le gambe e cercando di posizionare le piante dei piedi sul pavimento. Guarda il tuo ombelico. Allarga le dita e assicurati che le pieghe interne del gomito siano ancora ruotate in avanti, mentre il medio è parallelo e puntato dritto in avanti. In questo modo previeni il gomito del tennista allungando l’articolazione della spalla. Attiva i quadricipiti e mantieni la posa per cinque respiri.

Il cane a testa in giù è uno dei migliori tratti pre-partita. Allunga la colonna vertebrale, i lati del busto, le spalle, le braccia, il collo e la parte posteriore delle gambe. Se ti alleni regolarmente con il cane a testa in giù, dovresti avere una migliore portata sul campo e potresti sentirti più leggero mentre corri verso la rete. I tuoi colpi a terra possono migliorare enormemente da tutto questo allungamento. Se ami questa posa, è improbabile che sviluppi crampi alle gambe post-partita, a causa del regolare allungamento del tendine del ginocchio. Il servizio dovrebbe diventare molto potente dall’apertura della spalla.

Da una posizione eretta, inspira e solleva il ginocchio destro verso il petto. Espira e apri il ginocchio destro verso destra, posizionando la pianta del piede destro nella parte interna della coscia sinistra. Immagina l’energia, che si solleva attraverso la gamba sinistra. Solleva il pavimento pelvico verso l’interno e verso l’alto. Mantieni il busto dritto e durante l’inalazione, solleva le braccia in preghiera sopra la testa, con gli avambracci dietro le orecchie nella posa dell’albero, vrksasana.

Mantieni lo sguardo fermo in un punto immobile di fronte a te. Trattieni per dieci respiri e ripeti dall’altro lato.

La posa dell’albero è eccellente per l’equilibrio e la coordinazione, necessaria per il tennis. Rafforza anche i muscoli della schiena e del busto per un ottimo servizio e lavora sui muscoli delle gambe per colpi a terra e volée.

La pratica dello yoga può rendere il tuo gioco di tennis più stabile, migliorando i tuoi colpi e aiutando i tuoi infortuni. Soprattutto, lo yoga può stabilizzare la tua mente, così sei in grado di entrare “nella zona”, necessaria per vincere.

Leave a Comment

Your email address will not be published.